LO SAI CHE… NOLEGGIO A FREDDO O A CALDO?

Il noleggio a freddoa caldo
Quali le differenze e quali i documenti che il noleggiatore deve fornire in caso di nolo a caldo

Quando si parla di noleggio di attrezzature per il cantiere, la prima cosa da fare è distinguere se si tratta di “nolo a freddo”  o “nolo a caldo”:
il nolo a freddo si ha quando viene noleggiata la sola attrezzatura ed è il cliente ad  incaricare un operatore al suo utilizzo;
il nolo a caldo si ha quando il noleggiatore dell’attrezzatura mette a disposizione del cliente anche l’operatore abilitato a condurre la stessa.

GV3 Venpa noleggia a freddo le proprie attrezzature, ma all’occorrenza è in grado di fornire anche il noleggio con l’operatore.

Non sempre infatti il noleggio a freddo è sufficiente…

A volte non si dispone nel proprio staff di un operatore abilitato alla conduzione del mezzo prescelto, a volte si è in carenza di organico, a volte invece la macchina stessa è così particolare e complessa da manovrare che l’operatore è imposto come condizione di noleggio dal noleggiatore stesso!
In queste situazioni, il noleggio a caldo è l’unica soluzione.

Lo sai che - noleggio a freddo e a caldo - gv3 venpa

Quali sono gli obblighi in materia di sicurezza sul lavoro (D. Lgs. n. 81/2008) quando c’è un noleggio a caldo? 

La risposta al quesito è data dall’articolo 26 del citato D. Lgs. n. 81/2008: “obblighi connessi ai contratti d’appalto o d’opera o di somministrazione”.

Nel pieno rispetto di quanto esplicitato dall’art. 26 del D. Lgs. n. 81/2008, insieme al contratto di locazione del mezzo, per ogni noleggio a caldo GV3 Venpa fornisce al cliente:
  • il certificato d’iscrizione alla camera di commercio, industria e artigianato;
  • l’autocertificazione del possesso dei requisiti d’idoneità tecnico-professionale: l’attrezzatura sarà infatti manovrata esclusivamente da tecnici GV3 Venpa, in quanto informati, formati e addestrati adeguatamente, in possesso dell’idonea abilitazione (art.71, comma 4 e 7 – Stato-Regioni del 22/2/2012);
  • il POS (Piano Operativo di Sicurezza) o comunque la valutazione del rischio per l’operatore del mezzo e per quanto dovrà fare in cantiere; all’interno del POS sono elencati i rischi e in dettaglio tutte le prassi che l’operatore stesso deve rispettare e garantire per mantenere alti i livelli  all’interno del POS.
Tutto ciò ottemperando contestualmente anche a quanto richiesto dagli articoli 71 (requisiti di sicurezza), 72 (obblighi del datore di lavoro) e 73 (informazione, formazione e addestramento) del D. Lgs n.81/2008.
#noleggiogv3 #noleggioinregola
Facebooklinkedinmail