INCHIOSTRO PER ARTISTI DAL PARTICOLATO DELLE MACCHINE GV3


Oggi parliamo d’inchiostro, un inchiostro particolare ottenuto dal particolato, uno degli inquinanti più frequenti nelle aree urbane, pericoloso per l’uomo e l’ambiente.

Un giovane duo di artisti – precettati dall’Università Ca’ Foscari, nell’ambito del progetto europeo SMATH – in concerto con la Direzione Generale GV3 Venpa, ha convenuto di perseguire un percorso di ricerca artistica e sperimentazione che avesse un respiro green, che fosse vicino quindi all’ambiente.

Marmitta-particolato-smog-polvere-emulsione-inchiostro-artisti-sperimentazione-progetto-europeo-smat-cafoscari-regione-veneto-gv3-venpaEd è così che è appunto nato in laboratorio un inchiostro speciale, altamente sostenibile. Con questo inchiostro, Teoria & Preda hanno realizzato delle tele e dei componimenti poetici dedicati a specie autoctone in via d’estinzione a causa degli inquinanti presenti nell’aria.

Ma andiamo per ordine… mancano antefatti e fatti che hanno portato alla invenzione di questo inchiostro ecosostenibile, ad oggi sperimentato solo da una piccola start up indiana.

Cos’è SMATH?

Smath è l’acronimo di Smart Atmospheres of Social and Financial Innovation for Innovative Clustering of Creative Industries in Med area. Smath è un progetto finanziato da fondi europei – capofila la Regione del Veneto assieme al Dipartimento di Management dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. Nello specifico, è un progetto di cooperazione internazionale, finanziato dal programma Interreg Med 2014-2020.

Nell’ultimo biennio, proprio Smath ha riunito dieci attori diversi, tra acceleratori d’impresa, governi regionali, istituti culturali e agenzie per lo sviluppo locale in diversi Paesi del Mediterraneo: la già menzionata capofila Regione Veneto, la regione Friuli Venezia Giulia, Provenza e Costa Azzurra, le aree metropolitane di Barcellona (Spagna), Zagabria (Croazia), Atene (Grecia) e Maribor (Slovenia).

L’ambizioso obiettivo di Smath era di dar vita, nelle sette regioni coinvolte, a “nidi creativi” in cui artisti e imprese ideassero assieme nuovi servizi e prodotti, in una logica di innovazione sociale, per trasformare il sistema di relazioni tra cultura e impresa.

progetto-europeo-smath-aprile-2019-ca-foscari-laguna-prize-working-cafè-gv3-venpa

Per il Veneto, il progetto si è concretizzato in un percorso articolato – coordinato da un pool di docenti e ricercatori di Ca’ Foscari – disseminato di seminari formativi, sessioni progettuali, laboratori, eventi pubblici di presentazione, servizi di assistenza e tutoraggio. A questo percorso hanno partecipato decine e decine di piccole e medie imprese venete, nonché artisti e collettivi di tutta la Regione.

Il culmine prevedeva, nel corso del 2020, sei residenze artistiche in altrettante aziende. Una di queste residenze artistiche se l’è aggiudicata GV3Venpa Spa con il progetto Tracciante, ideato dal duo di artisti italo-francofono Teoria & Preda.

Marmitta-particolato-smog-polvere-emulsione-inchiostro-artisti-sperimentazione-progetto-europeo-smat-cafoscari-regione-veneto-gv3-venpa

Cos’è Tracciante?

Dal confronto in azienda e dal genio creativo di Jacopo Marco Zanessi e Clémence Gachot Coniglio, in arte Teoria & Preda – due giovani artisti attualmente residenti e attivi nel veneziano – è quindi nidificata un’idea, successivamente denominata Tracciante.

L’idea prevedeva fin dall’inizio di riuscire a raccogliere del particolato dall’aria, particolato con cui ottenere dell’inchiostro… e quasi immediato fu il pensiero di impiegare direttamente del particolato prodotto dai motori diesel dei macchinari a parco GV3!

L’idea prevedeva poi che questo inchiostrosostenibile” venisse successivamente impiegato per la realizzazione di tele artistiche e componimenti poetici.
Soggetti di tele e componimenti ancora in fase di creazione sono stati a loro volta “estratti”, ricavati da suggestioni dei dipendenti GV3 Venpa: suggestioni raccolte in occasione di un workshop aziendale (tenutosi, a causa della ben nota pandemia, solo ieri 15 Ottobre 2020).

workshop-teoria-&-preda-gv3-venpa-esposizione-tele-artistiche-inchiostro-particolato-smog-rigenerazione-conversione-contaminazione-ambiente-inquinamento-progetto-smath-cafoscari-regione-veneto-europa

Tracciante ha accorpato quindi fondamentalmente due macro-fasi:

  • una prima fase di ricerca e sperimentazione scientifica;
  • una seconda fase di produzione creativa.

Tracciante, la ricerca e sperimentazione scientifica

La prima fase del processo ha richiesto infatti studio e fattibilità dell’idea.
Teoria & Preda, grazie alla collaborazione con un chimico, hanno sperimentato varie emulsioni in laboratorio, impiegando sia particolato estratto dalle marmitte dei macchinari GV3 sia particolato depositatosi sulla parete interna del traforo del S.Bernardo, Val D’Aosta.

Tracciante, la produzione creativa

Ottenuta un’emulsione soddisfacente sia in termini di tenuta sia di resa cromatica, gli artisti sono passati alla fase creativa. Hanno infatti utilizzato questo inchiostro speciale per disegnare dei soggetti naturali su delle tele di carta particolare sia per trama sia per fattura.

I soggetti delle tele sono specie di fauna e flora autoctone della Riviera del Brenta, in via di estinzione o la cui estinzione è conclamata.

inchiosto-particolato-smog-macchine-gv3-venpa-sperimentazione-tele-artistiche-ambiente-natura-eco-sistema

Il valore del progetto Tracciante

Questa abbinata tra “recupero e rigenerazione della polvere di smog” e “specie in via d’estinzione” non è casuale. La combinazione è frutto del desiderio da parte di artisti e impresa di porre attenzione sulle conseguenze della grave crisi ambientale che stiamo attraversando. E consapevolizzarci ulteriormente: le nostre scelte e azioni sono infatti la causa principale di queste perdite, di queste estinzioni.

inchiosto-particolato-smog-macchine-gv3-venpa-sperimentazione-tele-artistiche-ambiente-natura-eco-sistema-2

Questo progetto di lavoro, di sperimentazione, di contaminazione “buona” tra mezzi da cantiere e arte, ha preso il nome di Tracciante.

Perché il nome Tracciante?

In questo termine coniato dagli artisti – Tracciante – è intrinseco il valore del progetto. Tracciante rende evidente la traccia di ciò che accade a causa dell’inquinamento. L’inquinamento pare non lasciare il segno: in realtà sta destabilizzando e mutando sensibilmente il nostro eco-sistema

Noleggio-a-caldo-con-operatore-piattaforma-autocarrata-60-metri-noleggio-gv3-venpa-3

Lo spirito del macro progetto SMATH – che include appunto anche Tracciante – si riassume invece in questa affermazione rilasciata (pre pandemia e pre lockdown) dal Prof. Fabrizio Panozzo (Docente nel Dipartimento di Management – Università Ca’ Foscari), coordinatore scientifico SMATH:

“Questa volta l’arte non entra nelle imprese come solo intervento decorativo, ma per generare sinergie e sviluppo di nuovi prodotti e servizi. Un nuovo modo di produrre brand identity attraverso la contaminazione di competenze differenti.”

Con il senno di poi, potremmo integrare dicendo: “…generare soluzioni alternative, impiegando l’ingegno degli artisti per convertire qualcosa di dannoso in qualcosa di proficuo per l’ambiente: il vero significato del tanto inflazionato termine rigenerazione“.

Altri progetti di rigenerazione e riqualifica

Vuoi saperne di più in merito ad altre iniziative che vedono GV3 protagonista di progetti di rigenerazione?
Lo sai che abbiamo un progetto di forniture tecniche dedicato alle aree urbane e spazi pubblici degradati?
Leggi le ultime news su #fullcolor o chiedi maggiori informazioni al tuo funzionario commerciale di fiducia:

Inoltre, GV3 ricorda sempre che…

Scegli GV3, scegli il servizio di noleggio italiano.
Quello originale, quello autentico.

www.gv3.it