COSA DEVI INDOSSARE IN QUOTA?

L’IMBRACATURA o kit anticaduta
Il DPI per l’arresto caduta dall’alto

L’imbracatura è concepita per distribuire le tensioni sul corpo in caso di caduta, mantenendo l’operatore in sospensione. E’ un dispositivo di protezione individuale obbligatorio quando si opera in quota, in quanto l’operatore è esposto al rischio di caduta dall’alto.

L’imbracatura è costituita da un insieme di nastri e/o cinghie, alcune con possibilità di registrazione e di adattamento a varie taglie, avviluppanti il corpo dell’utente. E’ dotata di elementi di attacco, conformato ad anello, che consente di vincolarla al sistema di arresto caduta.

Corso di formazione GrowUp - noleggio piattaforme GV3 Venpa - imbracatura - dpi
Il gruppo di operatori segue il docente durante le istruzioni di utilizzo di una piattaforma verticale

Il sistema di protezione individuale dalle cadute deve sempre riportare le seguenti indicazioni:

  • marcatura CE;
  • numero dell’organismo notificato;
  • nome del fabbricante;
  • nome del prodotto;
  • modello e tipo;
  • numero di serie o altro sistema di tracciabilità;
  • norma di riferimento e anno;
  • data di scadenza.

L’imbracatura deve essere destinata dal datore di lavoro ad un uso personale salvo quanto specificato all’art. 77 c.4 l.d) D.Lgs 81/08. Esistono vari tipi di imbracature dotate di punti di ancoraggio diversi in funzione del loro utilizzo e delle tecniche di lavoro.

Nel caso in cui si lavori in quota a bordo di una piattaforma aerea, l’imbracatura che deve essere adottata come indispensabile DPI ha il punto di fissaggio su petto e dorso (EN 361 ) ed è dotata di dispositivo anticaduta (cordino) retrattile, secondo EN 354 ed EN 360 lunghezza 1,8 m.

#noleggiogv3 #lasicurezzaprimaditutto
www.gv3.it

Facebooklinkedinmail